gioco educativo metodo montessori
  • gioco educativo metodo montessori
  • gioco educativo headu
  • Gioco autostima bambino
  • gioco pedagogico
  • giocattolo educativo formazione bambino

Gioco Educativo Metodo Montessori La Mia Casetta Headu

16,20 €
Tasse incluse

Gioco Educativo Metodo Montessori

Quantità

Gioco Educativo Metodo Montessori La Mia Casetta Headu

Il gioco educativo metodo Montessori La mia casetta Headu è un gioco identificato come un valido dispositivo didattico per l’acquisizione dell’autonomia, della fiducia in se stessi e dell’autostima. Si ispira alle teorie montessoriane, secondo cui il gioco deve essere piacevole, propositivo e spontaneo al fine di sviluppare una moltitudine di abilità e competenze quali: identità personale, creatività, intuizione, ingegno, attenzione, pensiero logico, linguaggio e socialità. La formazione va orientata, sin da piccoli, allo sviluppo della capacità di far fronte a situazioni inconsuete e a risolvere problemi emergenti. L’apprendimento diventa un mezzo per accogliere informazioni, analizzare contesti complessi, fare scelte consapevoli e orientare bene gli sforzi. «Imparare ad imparare» è la competenza, ora indispensabile, di rinnovare i propri atteggiamenti e le proprie conoscenze ogni qual volta ce ne sia la necessità. Attraverso il gioco i bambini imparano a conoscere il mondo che li circonda, a gestire le proprie emozioni e a sperimentare per tentativi ed errori le convinzioni sulle cose e sugli altri. 

Citazione di Maria Montessori

Lo sviluppo interiore e la formazione propositiva del bambino sono gli obbiettivi primari che si pone il gioco educativo in oggetto. Esso infatti fornisce stimoli graduali affinchè attraverso il gioco, il bambino o la bambina possano sviluppare capacità rivolte a risolvere situazioni non abitudinali e per conseguenza a superarle. Secondo quanto Maria Montessori stessa sostiene attraverso la seguente citazione

“...il bambino finisce per immergersi nel suo esercizio con tale intensità d’attenzione, che non si accorge più delle cose circostanti e continua a lavorare, ripetendo l’esercizio uniformemente decine decine di volte consecutive. Questo è il fenomeno della concentrazione e della ripetizione dell’esercizio, a cui è collegato lo sviluppo interiore...”

Dettagli del gioco

Costruisci la casetta Il gioco prevede attività di osservazione, di orientamento e di manualità che il bambino svolge in completa autonomia. Il bambino si diverte a completare le 6 cartelle-ambiente con i corrispettivi 30 oggetti sagomati, per poi accostarle costruendo una grande casetta. Per farlo, potrà giocare liberamente, oppure potrà compiere le prime classificazioni, dividendo gli oggetti secondo il loro micro-ambiente di appartenenza. 

Il concetto pedagogico del gioco educativo

Che cos’è l’autonomia?“Aiutami a fare da solo”. Sono  queste  le  parole  che  Maria Montessori  muove  a  favore  del  bambino  affinché  sia  al  centro  di  ogni  processo  di  apprendimento. “L’educazione  della  prima  infanzia  deve  essere informata a questo principio: aiu-tare il naturale sviluppo del bambino” (M. Montessori, La scoperta del bambino). Secondo il metodo Montessori il bambino va  lasciato  libero  di  esplorare  l’ambiente  che ha attorno in completa autonomia. Le  «scelte  autonome»  scaturiscono  dal  proprio  interesse  spontaneo,  che  sviluppa  un  processo  di  autoeducazione  e  di  autocontrollo   finalizzato   al   raggiungimento  degli  obiettivi:  l’autovalutazione!  Affinando  i  sensi,  in  particolar  modo  il  tatto  e  la  vista;  il  bambino  acquisisce  la  capacità di compiere correttamente gesti coordinati, diretti a un determinato  fine. L’educazione   ai   sensi   rappresenta   una   tappa  fondamentale  e  propedeutica  per  lo sviluppo cognitivo del bambino. 

Contenuto del Gioco

Come presentare il gioco al vostro bambino? Per  l’esecuzione  del  gioco  è  opportuno  predisporre  un  ambiente  adatto,  un  luogo calmo e privo di distrazioni. Inoltre, è  importante  lasciare  al  bambino  tutto  il  tempo  necessario  per  portare  a  termine  il  completamento  del  gioco,  favorendo  la sua concentrazione. Ogni bambino ha i suoi ritmi di apprendimento ed è compito del  genitore-educatore,  comprenderli  e  rispettarli. 6 cartelle illustrate con gli ambienti della casa: cucina, salone, bagno, camera, terrazzo,  soffitta.  30  oggetti  sagomati  relativi  agli  ambienti  di  appartenenza  (5  per  ogni ambiente).

76-JAEP-2NRN
15 Articoli